Le borse sono fondamentali per definire il look di ragazze e donne di tutte le età, proprio per questo motivo sono considerate accessori assolutamente indispensabili. Quando si tratta di acquistare una borsa firmata, però, tutto diventa più complicato, dal momento che i criteri da tenere in considerazione sono numerosi, e il rischio di scegliere un prodotto poco adatto non può essere sottovalutato. Ecco, dunque, quali sono le 5 regole per scegliere una borsa firmata.

Le 5 regole per scegliere una borsa firmata: la misura

Le dimensioni costituiscono uno degli aspetti più importanti da verificare nella scelta di una borsa, la cui misura deve riuscire ad adattarsi in modo impeccabile alla silhouette di chi la indossa.

Si immagini, per esempio, l’effetto di una borsa troppo grande su una donna minuta: il rischio è che non risulti proporzionata alle fattezze della persona, la cui figura potrebbe risultare mortificata. Stesso discorso, dal lato opposto, per una borsa eccessivamente piccola, che, per altro, risulta anche poco pratica.

In generale, il consiglio per le donne che hanno una corporatura esile e che non sono molto alte è quello di tenersi alla larga dalle maxi bag firmate, mentre le micro-borse dovrebbero essere evitate da coloro che presentano una struttura robusta.

Non bisogna dimenticare, poi, che ogni borsa tende a mettere in risalto il punto del corpo a cui è più vicina. Ecco perché chi pensa di avere un punto vita poco sottile o vuol nascondere i glutei, dovrebbe puntare su una borsa firmata dalla tracolla corta, che si fermi al di sopra del fianco.

Quale forma deve avere la borsa firmata?

Nel momento in cui ci si accinge all’acquisto di una borsa firmata, inoltre, è opportuno tenere conto della sua forma, che deve essere tale da valorizzare la figura della donna.

A tal proposito gli esperti raccomandano di privilegiare le soluzioni con una forma del tutto opposta rispetto a quella del corpo.

Le forme arrotondate, per esempio, dovrebbero essere evitate da chi ha curve prosperose, così come i modelli molto geometrici sono sconsigliati alle donne snelle e alte.

Rifiniture e dettagli

Avendo a che fare con una borsa firmata, si suppone che i materiali utilizzati per realizzarla siano di alta qualità. A fare la differenza piuttosto – tra una bag e l’altra – sono i dettagli: non solo le classiche cuciture, ma anche la tracolla, i manici e le cerniere.

Le rifiniture, in effetti, sono rivelatrici della fattura delle borse. Le proposte griffate sono una garanzia da questo punto di vista, ma anche tra i modelli originali è bene imparare a scegliere.

Come capire se la borsa è quella giusta: gli abbinamenti

Tra le 5 regole per scegliere una borsa firmata non ci si può dimenticare dei gusti personali: si tratta di un campo soggettivo che, per altro, dipende anche dagli altri capi che sono presenti nel guardaroba.

Pensare agli abbinamenti che potranno essere creati con questo o quell’accessorio è sempre utile, anche facendo riferimento ai colori: per avere la certezza di non sbagliare, le tonalità neutre sono sempre le migliori, e dunque via libera alle seguenti nuance:

  • cipria
  • grigio
  • nero
  • marrone

Se non si vuol rinunciare a un modello blu tiffany o di un’altra tonalità appariscente, è sempre indispensabile scegliere con cura i possibili accostamenti.

Lo stile personale

Infine, le 5 regole per scegliere una borsa firmata comprendono la considerazione dello stile di vita a cui si è abituate. Se, per esempio, si è solite conservare degli oggetti di valore all’interno della it bag, è opportuno puntare su un modello che offra i più elevati standard di sicurezza e che non entri facilmente nel mirino dei malintenzionati.

Inoltre, è opportuno fare affidamento su una borsa adatta alle consuetudini della quotidianità: per esempio, le sue dimensioni dovrebbero essere tali da far sì che essa possa ospitare tutto ciò di cui si può aver bisogno nel corso di una giornata fuori casa.

La ricerca del comfort è un aspetto da cui non si può prescindere: meglio contare in anticipo il numero di scomparti a disposizione, tenendo conto anche delle esigenze sul posto di lavoro. A questo punto, ci si può dedicare allo shopping con serenità